Otoplastica


L’otoplastica è un intervento finalizzato alla riduzione della sporgenza del padiglione auricolare, quando esso si conforma nella deformità cosiddetta di orecchie a “sventola”.
Permette quindi di riavvicinare le orecchie alla testa, rendendole meno sporgenti, pur mantenendo la loro forma naturale.
Il risultato è un profilo del capo senza orecchie sporgenti, assolutamente indistinguibile da un paziente che non presenta la deformità.
 
Chi è un buon candidato pediatrico per l’otoplastica?
 
Il candidato pediatrico ideale per l’otoplastica è un paziente di circa 4 anni nel quale le orecchie hanno raggiunto il completo sviluppo. Spesso viene consigliato di pensare a questo tipo di chirurgia prima che il bambino cominci la scuola dell’obbligo. A quest’età il bambino ha già un interesse personale nei riguardi del suo aspetto fisico e sarà anche più motivato nel collaborare prima, durante e dopo l’intervento.
 
Che cosa devo aspettarmi dalla visita con il dr. André Salval per l’intervento di otoplastica?
 
Tutte le sfaccettature riguardanti l’argomento delle orecchie prominenti verranno presi in considerazione e discussi con il paziente e i genitori (nel caso di paziente pediatrico). Lo scopo è quello di mettere a proprio agio il piccolo paziente per far si che tutto il processo non venga vissuto negativamente o ricordato come un trauma. Il dr. André Salval esaminerà la struttura delle orecchie e il loro “scheletro” cartilagineo (il responsabile della loro sporgenza verso l’esterno), per valutare se il quadro clinico potrebbe giovare di un’intervento chirurgico. L’intervento stesso verrà discusso ampiamente in tutte le sue parti, rischi e benefici, in modo da avere tutti gli elementi per poter fare una scelta consapevole.
 
In che cosa consiste l’intervento chirurgico di otoplastica?
 
L’incisione chirurgica viene effettuata nel solco retro-auricolare, (la regione anatomica corporea più nascosta alla vista). La pelle e i sottili muscoli retro-auricolari vengono scollati dalla cartilagine per permettere il rimodellamento di quest’ultima, attraverso l’asportazione di parte di essa e la sutura nella posizione corretta del padiglione auricolare. Quanto il chirurgo ritiene di aver ottenuto un risultato soddisfacente procederà alla sutura cutanea e alla medicazione con un bendaggio attorno al capo.
 
Quali sono i benefici dell’intervento di otoplastica?
 
•Migliorare grandemente la posizione del padiglione auricolare in maniera permanente
•Può essere effettuata in anestesia locale con sedazione
•E’ molto efficace e con un tasso di complicanze basso
•Conferisce tipicamente oltre che un miglioramento dell’estetica anche un aumento dell’autostima
 
Quanto tempo ci vuole per vedere i risultati?
 
Un bendaggio leggero viene messo attorno alle orecchie e rimosso dopo 2 giorni. Il risultato sarà immediatamente visibile. L’unica precauzione da prendere è di non esercitare pressione sui padiglioni auricolari per una settimana dopo l’intervento. 
Andrà indossata una fascetta elastica (modello tennista) per una decina di giorni per proteggere le orecchie durante il periodo di guarigione delle ferite. I punti vengono rimossi dopo 7 giorni.
 

Scarica il curriculum in formato pdf

del dr. André Salval