La chirurgia plastica “post-bariatrica”

Il rimodellamento corporeo dopo grandi cali di peso


Approfondisci il tema sul sito dedicato: chirurgiaplasticapostobesita.it

La chirurgia plastica post bariatrica è quell’area della chirurgia plastica che si occupa di migliorare la condizione di vita dei pazienti afflitti da una malattia multifattoriale e altamente invalidante che si chiama obesità. L’approccio multidisciplinare al paziente obeso è fondamentale per riportare i pazienti ad una vita quanto più possibile normale, per questo motivo nell’equipe di chirurgia bariatrica deve essere presente anche la figura del chirurgo plastico specialista in tale area.
La chirurgia plastica post bariatrica ha come scopo quello di ridurre l’eccesso di cute e tessuto adiposo che resta dopo gli enormi cali di peso.
Questo al fine di restituire un profilo corporeo esteticamente piacevole e allo stesso tempo restituire la funzione non completamente recuperata dopo il calo di peso: le numerose pliche di cute lassa e adipe associato limitano i movimenti corporei, predispongono all’irritazione della cute fino a sfociare in infezioni cutanee vere e proprie. Le aree di intervento sono tutte quelle in cui il dimagrimento massivo ha lasciato un segno: braccia, tronco, addome, pube, cosce e mammelle. Nonostante queste procedure chirurgiche lascino delle cicatrici, la maggior parte dei pazienti le considera un prezzo accettabile da pagare in cambio di un profilo corporeo migliore.
 
Quando considerare il rimodellamento corporeo dopo dimagrimento massivo?
 
  • Se hai subito un drammatico calo ponderale dopo chirurgia bariatrica od esercizio fisico costante e dieta associate.
  • Se hai eccesso di cute “penzolante” in più aree corporee, incluse il collo e il volto, le braccia, l’addome, la schiena e le cosce.
  • Se il tuo peso è rientrato in un indice di massa corporea inferiore a 30 ed è soprattutto stabile da almeno 1 anno.
 
 
PRO:
  • Elimina la cute flaccida in eccesso in modo da ritrovare un vestiario normale e poterlo indossare più facilmente
  • Rimuovere la cute in eccesso fonte di impaccio funzionale nei movimenti, causa di dolore, irritazioni ed infezioni cutanee
  • Migliorare la propria autostima e recuperare la funzione sociale per stare bene con se stessi e con il prossimo
 
CONTRO:
  • Il risultato della chirurgia potrebbe non essere all’altezza delle tue aspettative, parlare a lungo con il chirurgo prima della procedura è fondamentale.
  • Gli interventi correttivi lasciano delle cicatrici permanenti, anche se il più possibile celabili essendo posizionate nelle pieghe naturali del corpo
  • Il risultato della chirurgia può essere totalmente vanificato da un nuovo aumento di peso, stili di vita poco salutari ed inevitabilmente dall’invecchiamento corporeo.
 
Sono un buon candidato per la chirurgia plastica post bariatrica?
 
Se stai considerando il percorso di rimodellamento corporeo dopo calo di peso massivo, queste sono le caratteristiche da ricercare per poterlo affrontare nel migliore dei modi:
  • Il peso corporeo deve essere stabile da non meno di 6 mesi e non devono essere previsti ulteriori cali di peso. Per ottenere i migliori risultati il rimodellamento corporeo non dovrebbe essere intrapreso prima di 2 anni dall’inizio del programma di dimagrimento, sia esso con chirurgia bariatrica o dieta ed esercizio fisico. Questo lasso di tempo permette alla cute di riassestarsi per quanto possibile e al profilo nutritivo di stabilizzarsi e migliorarsi.
  • Le condizioni generali di salute devono essere ottimali, in assenza di patologie metaboliche come il diabete la guarigione è migliore
  • La dieta deve essere ben bilanciata con un sufficiente apporto di proteine e un basso contenuto di grassi.
  • Non fumare. Il fumo deve essere interrotto almeno 6 settimane prima dell’intervento chirurgico
  • Essere psicologicamente pronti ad affrontare un’altra sfida: il rimodellamento corporeo chirurgico richiede stabilità emotiva, pazienza e forza di sopportazione.
  • Avere aspettative realistiche: la chirurgia migliora il profilo corporeo, ma non lo cambia radicalmente. E’ impossibile restaurare una condizione corporea e di qualità cutanea uguale a quella di una persona che non è passata da una storia di obesità.
 
Perché affidarsi ad uno specialista?
 
Il paziente ex-obeso ha delle caratteristiche peculiari che lo rendono diverso dagli altri pazienti candidabili a chirurgia plastica, e in un certo senso queste caratteristiche complicano il quadro clinico, ponendo in difficoltà un chirurgo non abituato a gestire questo tipo di pazienti.
L’elasticità cutanea è molto spesso scarsa o completamente assente. Una caratteristica che viene sempre in aiuto nell’ambito della chirurgia estetica e ricostruttiva è l’elasticità cutanea: in questi pazienti è pressoché nulla.
La cute sopporta meno l’insulto chirurgico ed ha un maggior rischio di sofferenza vascolare. Lo stress meccanico a cui è stata sottoposta durante l’obesità ne assottiglia lo strato vitale rappresentato dal derma rendendolo più suscettibile alla necrosi cutanea e alle complicanze.
Il programma ricostruttivo necessità diversi interventi chirurgici che vanno programmati in un certo ordine ed eseguiti in un lasso di tempo quanto più possibile contenuto, rispettando i tempi di recupero individuali. Le tecniche chirurgiche, infine, sono diverse dal quelle messe in atto per gli stessi interventi eseguiti a scopo puramente estetico, poiché frutto di valutazioni e studi eseguiti da centri internazionali che si occupano specificatamente di rimodellamenti corporei dopo grandi perdite di peso.
 

Scarica il curriculum in formato pdf

del dr. André Salval